Onicodistrofia e Onicomicosi, Patologie delle Unghie

16:59:00, by Erika Agostino

Ci sono due principali patologie che colpiscono le unghie. Impariamo a riconoscerle e a curarle per avere unghie sane e belle. #unghie #patologieunghie #unghiecurate #benesseredelleunghie #onicodistrofia #onicomicosi #accorgimentiunghie #bellezza

Mani e piedi in ordine, belli e sani. Parole sante valide tutto l’anno e soprattutto d’estate.

In uno stato di benessere, le unghie appaiono sane, forti e brillanti e sono leggermente elastiche e rosate.

Se cominciano a presentare discromie, fragilità o microfratture, è possibile che sia in atto un'alterazione delle funzionalità metaboliche dell'organismo.

Se ricordate, le nostre nonne ci insegnavano che sono proprio le unghie, insieme a i capelli, a dare il primo allarme se qualcosa nel nostro stato di salute non va.

Mai sottovalutare cambiamenti nell’aspetto e nel colore delle proprie unghie, sia delle mani sia dei piedi e, se questo dovesse succedere, probabilmente qualche patologia potrebbe essere in atto. Se così fosse, una delle prime cose fondamentali e importanti da fare sarà capirne la causa e curarle!

I problemi di salute alle unghie possono essere davvero spiacevoli.

Quali sono le patologie che di solito colpiscono le nostre unghie sia di mani che di piedi? E perché succede?

Le unghie possono soffrire principalmente di onicodistrofia e di onicomicosi.

L’Onicodistrofia è un’alterazione del trofismo dell’unghia causato sia da fattori interni sia esterni.

Fattori interni possono essere carenze vitaminiche o di minerali, quelli esterni sono solitamente i microtraumi di lieve entità magari ripetuti. Se si ha l’occasione di parlare con un runner o di avere modo di vedere i suoi piedi, vi accorgerete che le sue unghie sono sicuramente rovinate o ammaccate. La causa è il trauma ripetuto della punta del piede che sbatte nella punta della scarpa mentre il runner corre!

Nel caso specifico delle mani, la causa di un’unghia con onicodistrofia potrebbe tranquillamente essere “il mangiarsi le pellicine” attorno all’unghia stessa, rovinandola e a lungo andare deformandola.

La Onicomicosi è, invece, una vera e propria infezione micotica, solitamente causata da funghi dermatofiti che si insediano nella cheratina dell’unghia e che a volte ha origine da muffe e lieviti. Quest’ultima patologia di solito colpisce più i piedi che le mani e oltre a essere inestetica risulta fastidiosa e spesso dolorosa.

Ambienti caldi e umidi aumentano il rischio di onicomicosi, tant’è che il contagio maggiore avviene specialmente nei luoghi pubblici come palestre e piscine.

Indossare scarpe strette e poco traspiranti, non usare i calzini con le scarpe o non cambiarli quotidianamente, sono tutti comportamenti che possono peggiorare e aggravare la situazione. O anche esserne la causa iniziale.

Quando le unghie delle mani o dei piedi stanno male a causa di onicodistrofia e di onicomicosi possono risultare macchiate, fragili, frastagliate, ondulate e si rompono e si scheggiano facilmente.

Avere delle buone abitudini igieniche è il modo migliore per far sì che le unghie non si ammalino.

Le proprie unghie vanno salvaguardate.




Disclaimer: si tratta di un post sponsorizzato. Le immagini sono libere da copyrights.

0 commenti

Thanks for your lovely comments!